INCLUSIONE SCOLASTICA

 

Il Cardinal Ferrari è una comunità accogliente che propone esperienze di crescita individuale e sociale per tutti gli studenti. 

La piena inclusione degli alunni BES è un obiettivo perseguito attraverso una progettualità mirata e valorizzando le professionalità interne e le risorse offerte dal territorio.

 

L’acronimo BES indica gli studenti con Bisogni Educativi Speciali che hanno diritto ad una personalizzazione del processo di apprendimento. 

I BES possono presentarsi come una situazione stabile, oppure per periodi limitati della vita dell’alunno, e le cause che li generano possono avere origine fisica, biologica, fisiologica, psicologica o sociale.


Nell’area dei Bisogni Educativi Speciali è possibile individuare tre grandi categorie:
  • quella della disabilità 
  • quella dei disturbi specifici dell’apprendimento 
  • quella dello svantaggio socio-economico, linguistico, culturale 
All’interno dei disturbi evolutivi specifici rientrano:
  • i DSA (dislessia, discalculia, disgrafia, disortografia);
  • i deficit del linguaggio;
  • i deficit delle abilità non verbali;
  • i deficit della coordinazione motoria;
  • i deficit dell’attenzione e dell’iperattività (ADHD).


ACCOGLIENZA 


Durante il periodo iniziale di osservazione si raccolgono le documentazioni e ci si confronta con la famiglia (e con gli esperti, se necessario).

Il Consiglio di classe elabora un percorso personalizzato per alunni con BES, attraverso la redazione di un Piano Didattico Personalizzato (PDP), e un percorso individualizzato per alunni con disabilità, attraverso la redazione di un Piano Educativo Individualizzato (PEI). 

Questi documenti servono come strumenti di lavoro per gli insegnanti e per documentare alle famiglie le strategie di intervento programmate.

La progettazione degli interventi da adottare riguarda tutti gli insegnanti, perché l’intera comunità scolastica è chiamata ad organizzare i curricoli in funzione dei diversi stili o delle diverse attitudini. 

Inoltre sarà premura dei docenti gestire le attività d’aula in modo tale a favorire e potenziare gli apprendimenti e ad adottare i materiali e le strategie didattiche più adeguate ai reali bisogni degli alunni. 

Ciò comporta lavorare sul clima della classe, sulle metodologie e le strategie didattiche e soprattutto sulla relazione tra apprendimento-insegnamento.


PREGETTO CONTINUITÀ 

La Preside e il Consiglio di classe realizzano incontri di continuità con i colleghi del precedente e successivo ordine o grado di scuola al fine di condividere i percorsi educativi e didattici effettuati dagli alunni, in particolare quelli BES, e per non disperdere il lavoro svolto.


CORSO AVANZATO DISLESSIA AMICA (primavera 2019)

I docenti si sono aggiornati frequentando il corso “Dislessia Amica Livello Avanzato”, realizzato dall’Associazione Italiana Dislessia e promosso dal MIUR, al termine del quale hanno ottenuto la relativa certificazione.
Hanno avuto modo di ampliare le conoscenze e di migliorare le competenze necessarie a rendere la scuola realmente inclusiva per tutti gli alunni ed in particolar modo per coloro che presentano Disturbi Specifici di Apprendimento.
 


 ATTESTATO
Spaziatore
Scarica file   Certificato percorso formativo
Spaziatore
Spaziatore
 
Esci Home