PROGETTO DI INNOVAZIONE DIGITALE

L’Istituto Cardinal Ferrari intraprende la via dell’innovazione digitale seguendo le indicazioni contenute nel PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale) attraverso la formazione dei docenti, la riconfigurazione funzionale degli ambienti e l’introduzione dell’uso dell’iPad nella didattica.
Il progetto è dedicato alla Scuola Secondaria di Primo Grado e al Liceo Linguistico.


 LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE


La formazione dei docenti è centrata sull’innovazione didattica, tenendo conto delle tecnologie digitali come sostegno alla realizzazione dei nuovi paradigmi educativi e la progettazione operativa di attività.

Gli insegnanti diventano “registi della didattica” in un team con gli studenti che coopera per ottenere i migliori risultati con tutte le applicazioni e gli strumenti necessari.

I corsi Apple sono tenuti dagli ADE (Apple Distinguished Educator) che offrono consulenze specialistiche sull’integrazione tecnologica nella didattica.

Gli ADE sono educatori fortemente innovatori che aiutano i docenti nell’uso di iPad per rendere l’apprendimento di ogni studente personale, gratificante, efficace.


 SPAZI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO


Si modificano gli ambienti di apprendimento attraverso un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie a supporto della didattica quotidiana. 

Nello specifico è stato predisposto un laboratorio digitale dal setting variabile, con arredi colorati e componibili, progettato per favorire la collaborazione, la ricerca, la riflessione, il peer learning e stimolare la creatività digitale. 

Il laboratorio, provvisto di iPad per gli alunni, è a disposizione di tutte le classi della Secondaria di Primo grado e del Liceo Linguistico su prenotazione.


 L'IPAD IN CLASSE


Si sceglie di lavorare con gli iPad soprattutto a progetto, utilizzando i dispositivi in dotazione della scuola e i dispositivi posseduti dagli alunni, durante le attività scolastiche e lavorando in gruppo.


L’ iPad in classe è un strumento facilitatore dell’inclusione, poiché consente anche agli alunni con disabilità e agli alunni con DSA di poter lavorare, potendo in buona parte compensare eventuali difficoltà.


IPad  come strumento d’integrazione tra didattica tradizionale e innovazione tecnologica

 

L’iPad viene utilizzato nelle varie discipline in maniera complementare con le altre metodologie didattiche e non esclusiva per l’apprendimento del sapere.

Esso si pone come integrazione, supporto alla didattica tradizionale con l’intento di arricchirla e spesso facilitarla.

L'iPad si pone come strumento di produzione, facilitatore nel reperimento delle informazioni e nell’elaborazione delle stesse, ponendo lo studente al centro del processo di apprendimento e di costruzione del sapere.

 
Esci Home