I NOSTRI PUNTI DI FORZA

Nella nostra scuola accompagniamo i ragazzi dall’Infanzia fino al Liceo come si cura un fiore fin da quando spunta: con amore, premura, dedizione, nel rispetto dei tempi di ciascuno.

Ogni ordine di scuola ha i suoi obiettivi e le sue peculiarità, ma tutti insieme valorizziamo alcuni ambiti formativi come la musica, il teatro, l’inglese e l’informatica.

La MUSICA è emozione, evasione, catarsi. A tutte le età. I bimbi dell’Infanzia sperimentano il gioco con la musica, la danza, la costruzione di strumenti amatoriali. Alla Primaria si ha occasione di cantare in coro e si imparano le note, il ritmo, l’interpretazione. I più grandi si confrontano con la storia della musica, con il canto e con gli strumenti. L’attività corale degli studenti del Liceo e dei genitori è una tradizione sentita ed amata nella nostra scuola. Il professor Rizzi dirige con maestria, con pluriennale esperienza e con passione inesauribile un coro di alunni e adulti che davvero è espressione dell’unità dell’insieme. Si impara ad ascoltare l’altro, a modulare il proprio suono affinché valorizzi il risultato di tutti, ad essere in armonia. Le voci bianche dei piccoli e le voci più mature dei grandi si esprimono in pubblico in particolar modo in occasione del Santo Natale e della Santa Pasqua, quando il canto si fa gioia e preghiera.

Il TEATRO è un modo di guardare il mondo. I nostri attori mettono in scena a fine anno uno spettacolo che coinvolge e che mette in luce l’impegno profuso e l’entusiasmo provato.  

Quando si apre il sipario ci si accorge che una classe è divenuta complice e compatta proprio dietro le quinte, durante le prove e nella ripetizione delle battute. Le capacità migliorano e via via si affinano.

Dai primi semplici spettacoli dell’Infanzia, si arriva a rappresentazioni più strutturate, curate nella scenografia e coreografia, anche dai ragazzi.

Dalla classe Seconda della Secondaria di primo grado al Liceo il corso teatrale diventa facoltativo e si svolge nelle ore pomeridiane.

Gli alunni che scelgono questo percorso hanno la possibilità di far emergere la loro creatività e il loro lato artistico. Sul palco ciascuno è libero di essere se stesso e di immaginarsi qualcun altro per un momento; si ha modo di conoscere e di conoscersi, di dialogare con gli altri, di superare la propria timidezza e di mettersi in gioco per la riuscita di un progetto collettivo.

L’INGLESE è una chiave che apre le porte del presente. I nostri studenti si accostano fin dall’Infanzia ai suoni, alle parole e alla cultura anglosassone. Sui banchi di scuola apprendono una lingua che dalla Secondaria in poi padroneggeranno sempre di più. Le insegnanti di cattedra sono affiancate da una docente madrelingua, per un approccio completo e attento all’ascolto. Attività pratiche, ludiche, possibilità di soggiorni all’estero supportano e arricchiscono l’offerta formativa.

Il Liceo linguistico naturalmente, accanto al tedesco e allo spagnolo, valorizza lo studio della lingua inglese che è notoriamente fondamentale per qualunque ambito lavorativo scelto in futuro.

Le certificazioni conseguite attestano il livello di competenza raggiunto nella disciplina.

L’INFORMATICA è uno strumento di lavoro imprescindibile oggi. La nostra scuola prevede un progetto digitale che ha inizio all’Infanzia con un primo approccio al computer, con il coding alla Primaria, la lezione settimanale di informatica alla Secondaria e i corsi ECDL facoltativi per il Liceo. Anche la nostra didattica si avvale di mezzi multimediali, dell’utilizzo della rete, delle LIM presenti in tutte le classi. Con la lavagna interattiva l’alunno può partecipare in modo attivo alla lezione e sfruttare possibilità di apprendimento nuove ed inclusive.

La scuola ha intrapreso inoltre un progetto di innovazione digitale che da settembre 2019 prevede l’avvio di un corso di robotica e l’introduzione dell’iPad nella didattica quotidiana alla Secondaria e al Liceo.

 

Non dimentichiamo però che il fiore ha bisogno di sole che illumina, scalda e nutre.

La luce che splende al Cardinal Ferrari è quella dell’EDUCAZIONE CRISTIANA, che fa cominciare la giornata con il segno della croce e che è espressa nella quotidianità dalle parole e dai gesti.  Viene trasmessa sia dalle suore che dagli insegnanti, secondo il mandato della Fondatrice Santa Geltrude: “Amarti e farti amare”.

“Ogni fiore che sboccia ci ricorda che il mondo non è ancora stanco dei colori” (F. Caramagna)



 
Esci Home